Acquario: illuminazione a led

Acquario: illuminazione a led

Illuminazione dell’acquario: a cosa serve

Una corretta illuminazione dell’acquario è ideale per una buona salute dell’habitat interno. Per quanto i vetri e l’acqua siano trasparenti, essi bloccano l’ingresso di una parte della luce. Inoltre, spesso il coperchio impedisce l’illuminazione dall’alto, andando a penalizzare i pesci di superficie e le piante più alte. L’illuminazione ambientale non è sufficiente e posizionando l’acquario in un luogo in cui riceve la luce solare diretta puoi anche peggiorare le cose: il sole scalderebbe troppo un lato dell’acquario, squilibrando l’habitat interno e dando luogo a una proliferazione incontrollata delle alghe sui vetri, sugli arredi e sulle piante colpite dalla luce solare. Le conseguenze sono la necessità di una maggiore manutenzione e una proliferazione di malattie e parassiti, senza contare il surriscaldamento dell’acquario.

I vantaggi dell’illuminazione a led

Scegliere un acquario illuminato a led o sostituire la propria lampada al neon con una a led porta una serie di indiscutibili vantaggi:

  • Le nuove lampade a led durano fino a 30.000 ore in più rispetto ai neon
  • Mantengono elevate prestazioni
  • Non perdono potenza
  • Non ingialliscono
  • Riducono la proliferazione delle alghe
  • Offrono uno spettro di colori più ampio
  • Non surriscaldano l’acqua, rispettando l’habitat di pesci e piante
  • Consumano meno energia

Le lampade a led convengono da ogni punti di vista: non solo risparmi sulla bolletta elettrica, ma anche la gestione dell’acquario sarà più facile e leggera perché dovrai rimuovere molte meno alghe dai vetri e dagli arredi. Inoltre, grazie ad una luce ad ampio spettro, i colori dei pesci e delle piante del tuo acquario saranno più vividi e belli.

Errori da evitare nell’illuminazione dell’acquario

Qualunque sia il tipo di illuminazione che hai scelto per il tuo acquario, ci sono alcuni errori che vanno assolutamente evitati per salvaguardare la durata dell’acquario, la sua bellezza e la salute di pesci e tartarughe:

  • Troppe ore di luce
  • Luce “universale” senza distinguere fra dolce e marino
  • Fidarsi ciecamente dell’illuminazione di serie

Quando si allestisce un acquario, la luce va accesa per 5 ore al giorno e aumentata gradualmente fino a raggiungere circa le 8 ore, a meno che non vi siano specie con esigenze particolari. Controlla anche la cosiddetta temperatura delle luci di serie, per capire se è adatta al tuo acquario. L’illuminazione, per quanto riguarda i Watt, dovrebbe essere calibrata a seconda dei tipi di piante o pesci che intendi coltivare e allevare. Per un acquario “medio”, la luce va calcolata in rapporto di 0,5 alla capacità dell’acquario. Ad esempio, se W/l = 05, un acquario da 100 litri necessita di 50 watt per far crescere sufficientemente bene la maggior parte delle piante. Il rapporto cambia a seconda di che piante e che pesci hai, quindi devi cercare di mettere insieme specie con esigenze simili, per garantire la loro buona salute.

I nostri prodotti per l’illuminazione a led del tuo acquario

Nel nostro assortimento potrai trovare tutti i prodotti ideali per le specifiche esigenze di illuminazione del tuo acquario: non solo le lampade giuste ma anche timer, connettori e adattatori, per assicurare una gestione facile e una buona salute di piante, pesci e tartarughe.